La Malvasia di Bosa - Bosa, Escursioni e Artigianato di Sardegna

Bosaweb portale della città di Bosa
Vai ai contenuti

Menu principale:

La Malvasia di Bosa

La Città di Bosa

                                  LA MALVASIA…
Questa tipologia di vitigno con tutta probabilità introdotta in Sardegna dai bizantini, tra il VI ed il IX secolo d.C. Non sappiamo se si trattasse di un monaco, di un funzionario, di un soldato  o semplicemente di un colono proveniente dal Pelopponneso.
In ogni caso il ceppo attecchì particolarmente bene nell'area bosana e nel Campidano di Cagliari. Alcuni pensano che la Malvasia sia arrivata in due momenti distinti. Effettivamente non si potrebbe spiegare altrimenti la diversità, anche consistente, dei due vitigni che rispondono al medesimo nome.

Nel XVII secolo la Malvasia aveva una vasta diffusione su buona parte del mercato della Sardegna.
Dalla vinificazione del vitigno Malvasia si producono due vini DOC, la Malvasia di Bosa e il Malvasia di Cagliari. Estremamente differenti fra loro, come detto , quello forse più vicino all'originale è il Malvasia di Bosa. Invecchiato adeguatamente il ceppo bosano esprime appieno le potenzialità di un vitigno ricco di retrogusti e sapori mediterranei. Dalla Malvasia si traggono pure liquori (vedi lo Sciroppo), mentre lo Spumante è un demi-sec molto apprezzato. La Cantina della Planargia offre la possibilità di conoscere a fondo l'affascinante mondo della viticoltura planargese.
La Malvasia di Bosa DOCVino nobile da meditazione, ottimo anche per aperitivi e dessert, ottenuto dal vitigno Malvasia di Sardegna. Importanti riconoscimenti (WSET Awards, di Londra) e una ricca letteratura che porta le firme di esperti dell'autorevolezza di Luigi Veronelli (che definisce la Malvasia di Bosa uno dei suoi vini del cuore) e Mario Soldati ne testimoniano la qualità.  La stessa qualità è tutelata dal riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata (DOC) ottenuto col D.P.R. 21 luglio 1972, in base al quale possiamo tracciare le seguenti caratteristiche:
Tipi: dolce naturale e secco, liquoroso dolce e liquoroso secco
Colore: dal giallo paglierino al dorato
Sapore: dal dolce al secco, alcolico con retrogusto amarognolo
Odore: intenso delicatissimo
Gradazione minima: dai 15,5 gradi per il tipo dolce naturale e secco ai 17,5 per il tipo liquoroso dolce e liquoroso secco
Invecchiamento: 2 anni a decorrere dal 1 dicembre successivo alla vendemmia
Area: territori appartenenti ai comuni di Bosa, Flussio, Magomadas, Modolo, Suni, Tinnura e Tresnuraghes soleggiati e posti a non più di 325 metri s.l.m.



Battista Columbu molti lo hanno conosciuto col film «Mondovino». Ma il grande patriarca della malvasia di Bosa è un mito tra gli amanti del bere bene. Se ne sono accorti anche gli ispettori della guida che premiano la dolce poesia di Alvarega 2005 con 18,5 e l’austera Malvasia di Bosa 2004 con 17,5.

Per prenotazioni o maggiori informazioni chiama i numeri
   (+39) 0785-374258   (+39) 348-1544724  
o scrivi un e-mail a info@bosaweb.it
servizi per il Turismo Culturale e Ambientale
 Bosa  (Sardegna)
indicando nome cognome e n° di Telefono

per informazioni 0785 374258 cell. 348 1544724 Copyright bosaweb 2006/2017 by Esedrasardegna corso Vitt. Emanuele, 64 - Bosa - P. Iva 01255290916

Torna ai contenuti | Torna al menu