Bosa riti della settimana Santa - Bosa, Escursioni e Artigianato di Sardegna

Bosaweb portale della città di Bosa
Vai ai contenuti

Menu principale:

Bosa riti della settimana Santa

Manifestazioni a Bosa

DOMENICA 17 APRILE Domenica delle Palme
Chiesa Cattedrale ore 10,00 La “Confraternita di Santa Croce”, che è protagonista nell’organizzazione dei Riti della Settimana Santa di Bosa, inizia la sua opera a partire dalle Settimane che precedono “la Domenica delle Palme”, con la raccolta delle Palme e dei ramoscelli d’olivo. A questo segue poi la preparazione, eseguita con grande maestria, che prevede la filatura e l’intreccio delle Palme, richiamando, nella loro realizzazione, forme e simboli della Religiosità.
I Confratelli della Santa Croce partono in Processione dalla Chiesa Cattedrale per recarsi nella Piazza antistante la Chiesa del Carmelo dove distribuiscono ai fedeli le Palme con i ramoscelli d’ulivo.
Al termine della distribuzione si entra in Chiesa dove il Celebrante Benedice le Palme, i ramoscelli d’olivo e i fedeli, e si da il via alla Processione verso la Cattedrale dove sarà celebrata la S. Messa.
MARTEDI’ 19 APRILE
Processione de “Sos Misterios” Organizzata dalla Confraternita di Santa Croce.
Chiesa di Santa Croce - ore 18,00
I Confratelli della “Santa Croce”, con i loro abiti bianchi e le mantelline rosse, prendono in carico l’accompagnamento.
I sei Simulacri raffiguranti Gesù nell’orto, la flagellazione, la coronazione di spine, il iaggio di Cristo con la croce al Calvario, il Cristo in Croce e la Madonna Addolorata, vengono accompagnati dalla Chiesa di S. Croce alla Cattedrale attraverso le vie Il “Coro di Bosa” pregherà con i canti della tradizione, in dialetto e in latino.
principali del Centro Storico, con sette Stazioni di Preghiera e Canto.
Partendo dalla Chiesa di S.Croce si va al Rosario, 1a Stazione, dove viene mostrata ai fedeli la Statua che raffigura “Gesù nell’orto”.
La 2a Stazione si svolge al Carmelo, dove viene mostrata la raffigurazione della Flagellazione”.
Ci si reca poi in Piazza Mercato dove si effettua una breve sosta di preghiera e si va alla 3a Stazione, in Piazza Zanetti, dove viene mostrata la raffigurazione “della coronazione di Spine”.
La 4a Stazione è in Piazza Monumento, dove viene mostrata la raffigurazione del Viaggio di Cristo con la Croce al Calvario”.
La 5a Stazione si svolge in Piazza Fontana, dove viene mostrata la raffigurazione del “Cristo in Croce”.
La 6a e ultima Stazione si effettua in Cattedrale, dove viene mostrata “la Madonna ddolorata”.
In tutte le Stazioni lungo la Processione, le soste sono intervallate da momenti di preghiera con i canti del Coro di Bosa.
MERCOLEDI’ 20 APRILE
“Pro fizzu meu ispiradu”
La Via Crucis in preghiera
Chiesa del Carmelo ore 20,30
Incontro dei Cori della Sardegna, in una rivisitazione della Via Crucis, con una voce che
racconterà i momenti della Passione, attraverso una immagine significativa proiettata nella Chiesa e i cori che intervalleranno con le loro preghiere, attraverso il Canto, il racconto del narratore, impersonato dai Confratelli della Santa Croce. Lo scopo è quello di far rivivere ai fedeli i momenti della Passione attraverso le preghiere cantate, alla ricerca dell’intimità più profonda della Fede.
Parteciperanno:
- “Coro di Bosa”;
- “su Traggiu ‘Osincu”;
- “Coro di Castelsardo”;
- Cuncordu “Sas enas” di Bortigali;
- “su Cuncordu ‘e su Rosariu” di S.Lussurgiu
- Cuncordu “Santu Nigola” di Nughedu S.Nicolò
Cori sardi di canto a “Cuncordu” o a “Traggiu”.
L’accoglienza sarà fatta in collaborazione dei Confratelli della Santa Croce.
GIOVEDI’ 21 APRILE
“La Lavanda dei piedi”
Chiesa Cattedrale ore 18,30
Durante la celebrazione della S. Messa, in preparazione “all’Ultima Cena”, il Celebrante, che rappresenta il Cristo, fa rivivere il Rito della Lavanda dei Piedi agli Apostoli, rappresentati dai Confratelli.
“Sas Chilcas” i Sepolcri
Giovedì: “sas chilcas”
Al termine della lavanda dei piedi, nelle Chiese, vengono adibiti dei maestosi sepolcri, dove i fedeli, per l’intera notte, si recano per visitarli e raccogliersi in momenti di preghiera di grande suggestione, rivivendo i momenti della Passione.
Gli stessi Sepolcri sono visitati, attraverso un percorso nel Centro Storico, dal “Coro di Bosa”, che attraverso i canti della tradizione riferiti ai riti pasquali, prega coinvolgendo nel Canto le persone presenti.
VENERDI’ 22 APRILE
Mattino
“S’Incravamentu”
“Sa Missa fui fui” Chiesa del Carmelo - ore 11,00
La processione parte dalla Chiesa del Carmelo con le Statue di Cristo con la Croce, la Madonna Addolorata e Maria Maddalena, attraverso il Corso, giunge alla Cattedrale, dove si svolge la sacra rappresentazione della crocefissione di Gesù: “S’Incravamentu”.
Al termine si svolge la Processione chiamata “sas chilcas”, dove con le Statue della Madonna e la Maddalena si visitano tutti i Sepolcri, per giungere alla Chiesa del Carmelo.
Chiesa Cattedrale - ore 17,30
Azione Liturgica dell’Adorazione della Croce,
detta “Sa Missa fui fui”, dove la “Croce velata” viene mostrata ai fedeli e scoperta
gradualmente.
Al termine i Confratelli della Santa Croce predispongono tutto per il Rito de
“S’Iscravamentu”.
Partono in Processione verso la Chiesa del Carmelo e dopo aver preso la Madonna
addolorata, la Maddalena, le scale, e la lettiga, che dovrà accogliere il Corpo del Cristo dopo il Discendimento, ritornano in Cattedrale.
VENERDI’ 22 APRILE
Sera
“S’Iscravamentu” Chiesa Cattedrale - ore 19,00
Il rito prevede il discendimento dalla croce, la presentazione di Gesù morto alla Madre e la deposizione nel sepolcro.
I Confratelli di Santa Croce, guidati dal Predicatore che dal pulpito richiama i passaggi del discendimento, con grande maestria e capacità, con gesti ormai scolpiti nella loro memoria, fanno rivivere quei momenti di grande valore religioso che scavano nell’intimità dei fedeli presenti, alla ricerca del significato, quasi personale, della Pasqua.
Seguono lentamente tutti i passaggi che portano alla rimozione della corona, che viene deposta sul capo della Madonna, dei chiodi, fino al momento della deposizione sulla Sacra Lettiga, dove i Fedeli potranno adorare il Cristo.
Al termine del Rito de “S’Iscravamentu”, una lunghissima e suggestiva Processione effettua il percorso di ritorno alla Chiesa del Carmelo.
I Fedeli, con una fiaccola, accompagnano il Cristo deposto dalla Croce, la Madonna Addolorata con sul capo la corona di spine, la Maddalena, la Croce, le scale e i chiodi, simboli della crocifissione.
Si parte dalla Chiesa Cattedrale da dove i Confratelli di Santa Croce, attraversando le Vie del Centro Storico e accompagnati nelle varie stazioni dalle preghiere del Coro di Bosa, conducono in spalle le reliquie fino alla Chiesa del Carmine dove il simulacro del Cristo viene esposto alla venerazione e adorazione dei fedeli.
In questo percorso, nelle varie stazioni, il coro di Bosa, accompagnato da tantissimi altri cantori, esegue i canti Miserere e Stabat Mater.
Giunti al Carmelo il Cristo viene deposto su una lettiga e lasciato in adorazione, con una
Processione ordinata che porta i Fedeli a toccare tutte le Statue, mentre il Coro di Bosa continua, intorno al Cristo, nell’esecuzione del proprio repertorio canoro, compreso il
“Deus ti salvet Maria”.
SABATO 23 APRILE Veglia Pasquale
Chiesa Cattedrale ore 21,00
Durante la “Veglia Pasquale”, i momenti significativi sono quattro:
1° “Accensione e Benedizione del Fuoco”,
“Accensione e Benedizione del Cero” e canto “exultat”;
2° Liturgia della Parola;
3° Benedizione dell’Acqua Lustrale e Battesimale;
4° Liturgia Eucaristica.
DOMENICA 24 APRILE
Dominica de Pasca
“S’incontru”
Chiesa Cattedrale - ore 10,00 Dominica de Pasca: “S’incontru”
I Confratelli partono dalla Chiesa Cattedrale e, giunti in Piazza Fontana, si dividono in due gruppi:
uno va in direzione del Carmelo per prendere la Madonna, l’altro in direzione della Chiesa di Santa Croce per prendere il Cristo Risorto. L’incontro dei due cortei così creati, che portano in Processione le due statue, avviene in Piazza Fontana, annunciato dai Canti del Coro di Bosa “Gosos de Pasca” e il “Magnificat”, e Benedetto dal celebrante. Dopo il rito del saluto le due processioni si fondono in un unico corteo e si recano presso la Chiesa Cattedrale dove viene celebrata la SS. Messa.

Per prenotazioni o maggiori informazioni chiama i numeri
   (+39) 0785-374258   (+39) 348-1544724  
o scrivi un e-mail a info@bosaweb.it
servizi per il Turismo Culturale e Ambientale
 Bosa  (Sardegna)
indicando nome cognome e n° di Telefono

per informazioni 0785 374258 cell. 348 1544724 Copyright bosaweb 2006/2017 by Esedrasardegna corso Vitt. Emanuele, 64 - Bosa - P. Iva 01255290916

Torna ai contenuti | Torna al menu